Silenzio…. É l’11 settembre…

Lo so che oggi avete tutti giá letto qualcosa a riguardo e questo per molti sará solo “l’ennesimo” post ma sentivo di dover scrivere qualcosa anche io.
Vi ricordate dove eravate l’11 settembre 2001? Vi ricordate cosa stavate facendo e con chi eravate?
Io ricordo esattamente la successione degli eventi: dove ero, che tempo faceva, cosa avrei dovuto fare quel pomeriggio, il caso di aver pranzato tardi ed essere ancora lì con la televisione accesa e l’attimo in cui ho sentito la sigla di un’edizione straordinaria del Tg che ha cambiato il mondo. È tutto rimasto impresso nella mia memoria… Forse perchè su quelle torri c’ero stata, forse perchè due anni prima ero lì in mezzo, sdraiata su un panchina, a guardare su nel cielo le due torri che si toccavano lassù nel cielo e nessuno avrebbe mai immaginato quale sarebbe stato il loro destino.
Quest’anno sono tornata lì e come vi ho giá detto in un altro post l’aria che si respira é quella di un’America colpita nel profondo ma anche di un’America che si rialza.
E per ricordare e onorarare la memoria di chi é morto, voglio ricordare anche i 441 tra poliziotti e soprattutto pompieri che hanno dato la loro vita nel tentativo di salvare altre persone.
Camminando all’interno del memoriale vi imbatterete sicuramente nel murales a loro dedicato: c’è chi scatta una foto, chi lo osserva in silenzio, chi lo accarezza come a cercare un contatto con questi eroi. Poi si va oltre e sembra quasi che ci si dimentichi di loro.
Il New York Fire Museum è poi il luogo dove si racconta la loro storia. Si trova da tutt’altra parte (278 Spring Street – NY 10013) ma se avete tempo, andateci. Il museo racconta la storia di quest’arma, ci sono diversi mezzi d’epoca, le divise di un tempo e quelle moderne, i filmati sull’addestramento e molto altro che anche ai vostri bimbi piacerà. Ma da quell’11 settembre c’é anche un’area per loro…gli oltre 400 eroi di New York. Ci sono le foto, la storia di molti raccontata attraverso gli oggetti recuperati, le foto dei colleghi increduli e sporchi di polvere e detriti, la foto di un bambino che durante i funerali abbraccia il casco del suo papá eroe… Sarà difficile non commuoversi… Di molti di loro non si é ritrovata addirittura traccia e questo museo insieme al memoriale di Ground Zero rappresenta un tributo al coraggio di queste persone, grazie al loro sacrificio c’é sicuramente tanta gente che è scampata alla tragedia e per chi non ce l’ha fatta, sono stati comunque degli eroi.

_DSC0307.JPG

_DSC0306.JPG

_DSC0416.JPG

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...