Billings -> Cody

2 notti – 110ml

Ripartiamo da Billings percorrendo la HW 30 per raggiungere il Bighorn Canyon. Facendo la strada in macchina non si ha la percezione del canyon che si apre all’improvviso raggiungendo l’ultimo overlook.

_DSC0052Il panorama con il fiume che in migliaia di anni ha scavato la montagna ricorda il Grand Canyon. Il fiume sotto si divide in due rami ma le sue acque sono decisamente più calme di quelle del Colorado. _DSC0064

Anche qui ricordatevi i limiti di velocità, siamo in un parco e gli americani sono inflessibili. Lungo la strada che porta al Bighorn Lake in fondo al canyon, mentre, in macchina si canta la canzone del coccodrillo, senza accorgersene pigiamo troppo l’acceleratore e così finiamo per essere inseguiti in perfetto stile americano, da un ranger americano che alla fine ci fa accostare e finchè non si è assicurato di non avere davanti dei pericolosi serial killer, non molla la mano dalla pistola…. Capisce presto che siamo dei turistelli italiani e quasi con dispiacere ci comunica di essere costretto a doverci fare comunque la multa per la salvaguardia del suo territorio. Chiaramente ci scusiamo anche noi, andando via con la nostra bella multerei la di 110$!
Per fortuna il piccolo viaggiatore dormiva beatamente e non si è accorto di nulla!_DSC0079
Dopo una sosta pic nic al lago, proseguiamo verso Cody, la guida ci preannuncia che le cose da vedere sono tante.
Iniziamo con una sosta allo spettacolo dell’Irma hotel dove ogni pomeriggio verso le 6, viene rappresentata con i personaggi dell’epoca, per primo Buffalo Bill, scene di cowboy western e pistoleri (lo spettacolo si chiama Far West Cody Gunfighters). Lo spettacolo è gratis ma cercate di arrivare per tempo così trovate un posto a sedere._DSC0125
Anche l’hotel dentro è molto caratteristico e vi consiglio una sosta per mangiare, noi ci siamo poi fermati il giorno seguente.

La mattina seguente è completamente dedicata alla visita del Museo di Buffalo Bill. Il museo è diviso in 5 sezioni che raccontano tutte la vita di questo personaggio, le sue gesta, il suo spettacolo e i viaggi che questo lo ha portato a fare per il mondo. Bella la galleria degli indiani dove si scoprono usi e costumi di questa popolazione e la sezione dedicata alla natura che riproduce flora e fauna dello Yellowstone.

_DSC0157

Dopo un bel pranzetto all’Irma hotel, visitiamo un piccolo museo di periferia che possiede un bellissimo plastico sulla vita degli indiani compresa la battaglia del Little Big Horne._DSC0184

Per questa serata a Cody abbiamo prenotato dall’Italia 4 biglietti per assistere al famoso rodeo!

_DSC0199
Le specialitá che si susseguono sono tante, dai cavalli da montare per piú di 8 secondi, alla cattura del vitello col lazo nel minor tempo possibile, differenziato fra uomini e donne. Gli uomini infatti devono anche scendere dal cavallo e immobilizzare il vitello legandogli le zampe. La gara delle donne che corrono a cavallo è molto avvincente ma mai quanto la stra classica e famosa monta dei tori, la gara piú difficile e nessuno infatti riesce a raggiungere il tempo minimo di 8 secondi per vincere.

_DSC0228

_DSC0242

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

"Viaggiare ha senso solo se si torna con qualche risposta nella valigia" – Tiziano Terzani "Un indovino mi disse"

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: