Archivi tag: mare

Le 5 spiaggie più belle della “mia” Calabria

Tempo di mare…tempo di bilanci… E allora perchè non cominciare col dirvi quali sono le 5  spiaggie più belle della mia amata Calabria? Quasi 800km di costa che la prima estate con mio figlio (in pancia) ho percorso scendendo dal litorale tirrenico da  Diamante, verso sud fino a Bagnara Calabra, passando per Tropea e risalendo la costa ionica dopo Reggio Calabria e percorrendo il litoraneo saraceno fino a Le Castella

E con questo post voglio farvi conoscere 5 spiagge, le mie spiaggie del cuore, dove il mare è cristallino, l’acqua è color smeraldo, il fondale è pieno di pesciolini, stelle marine, paguri, tutto da esplorare e dove, con i piedi sul bagnoasciuga, non avrete altra voglia che tuffarvi e godere di questa meraviglia. Tutto qua, stavolta non voglio dirvi nulla, solo farvi scoprire, quello che io chiamo “il mare vero” (scusate se stavolta sono molto di parte….).

Seguendo l’itinerario dal Tirreno, la prima spiaggia è sicuramente quella di Tropea, nel tratto di costa chiamato Costa degli Dei. Un piccolo borgo a picco sul mare, strade strette che sbucano con delle terrazze panoramiche sulle bellissime spiaggie e il verde smeraldo di questo mare. Il punto più bello è lo scoglio su cui si trova la chiesa di S. Maria dell’isola che fa da spartiacque fra due lingue di sabbia bianca. D’estate è difficile accaparrarsi un pezzetto di spiaggia, forse meglio affidarsi ad uno degli stabilimenti o campeggi sul tratto più a nord, attrezzatissimi per accogliere l’alto numero di turisti.

image

Molto molto più a sud, dopo Capo Vaticano, la magica Scilla, il bellissimo lungomare Falcomatá di Reggio Calabria, risalendo la punta della Calabria, si arriva nella Costa dei Gelsomini, con le bellissime spiaggie di Bova Marina. Acqua trasparente, qualche scoglio che affiora qua e lá, pochissimo turismo. Uno dei tratti di spiaggia, sotto la ferrovia, tra i più belli e incontaminati mai visti, premiato anche quest’anno con la bandiera verde della comunitá europea

bova

Risalendo verso nord, percorrendo la statale 106, vi consiglio di fermarvi a Monasterace, Siderno oppure Roccella Jonica ma se volete conoscere una delle perle della costa ionica, arrivate fino a Pietragrande, un angolo di sabbia tra gli scogli, uno in particolare da cui prende il nome questa localitá. Se siete particolarmente sportivi, potrete tuffarvi da questi bellissimi scogli nel blu profondo del mare. Se invece preferite godervi la spiaggia con tranquillitá, potrete usufruire dei servizi spiaggia presenti. In ogni caso avrete davanti uno degli angoli più storici e caratteristici della costa calabrese.

pietragrande

Proseguendo lungo il tratto di costa catanzarese, si arriva nel golfo di Squillace, al centro della Riviera di Nausicaa e all’altezza della parte più stretta della Calabria. Qui è dove sono cresciuta, dove ho trascorso le mie estati da bambina, da adolescente, da studentessa universitaria che tornava dopo gli esami. Ora é il posto dove da mamma che prova a ritagliarsi un pò di giorni tutte le estate (o quasi), corro a tuffarmi, per riscoprire il piacere del mare del Sud: acqua turchese e fondale sassoso. Fondo, è vero, ma il mare che ho nel cuore io, è così.

copertina

Chiudo questa panoramica con la punta di Capo Rizzuto, dove si trova Le Castella, un bellissimo castello aragonese che domina un’area Marina protetta e legato alla terra da una sottile lingua di sabbia. Il castello un tempo ricovero per i soldati che difendevano le cose dai nemici, offre uno scenario mozzafiato, dando un bellissimo colpo d’occhio su un lungo tratto di costa ionica. Per tuffarvi nelle acque cristalline di questo tratto, vi consiglio la Spiaggia Grande o la Spiaggia Piccola dalle quali potrete godervi il panorama della fortezze. Le spiaggie hanno il fondale basso e sabbioso quindi adatto anche per i più piccoli.

image

Detto questo…spero di avervi fatto venire un pò di voglia del mio mare calabrese, misto di storia e acqua cristallina 😉

Annunci

5 giorni a Cape Cod

Il nostro viaggio nel New England ci ha visto raggiungere Portland, Gloucester e poi scendere a Sud verso la Cape Cod Bay: 400 miglia di costa, la località balneare più frequentata da bostoniani e newyorkesi ma anche terra di artisti, di libertá e di personaggi della storia passata che hanno amato questa terra.
Iniziamo la nostra esplorazione da Chatham, cittadina raffinata ed elegante con le sue case in perfetto stile americano che si affacciano sul mare. Vi consiglio di arrivare fino al Fish Pier e guardare le barche che arrivano al porto e scaricano il pesce con tanto di gabbiani e foche pronti ad accaparrarsi qualcosa!
Fermatevi poi in qualche spiaggia nei dintorni se volete fare il bagno. Noi ci siamo solo “affacciati” perché abbiamo preferiti girare ma le lunghe spiagge di dune e sabbia sono molto belle.
Alla punta estrema di Cape Cod, c’è Provincetown la cittá libera ed esuberante dove chi è libero, lo é per davvero. Perció passeggiando per le sue strade tempestate di bandiere multicolore simboli di pace e libertá, vedrete tantissime coppie omosessuali passeggiare mano nella mano, musicisti e artisti di strada e tantissima gente a fare shopping nei coloratissimi negozi della Commercial Street.
Se poi avete la possibilità, potrete prenotare una crociera per il Whale-watching, ovvero per avvistare le balene nel vicino santuario dei cetacei. Noi siamo partiti alle 10 (46$ dollari a persona, bambini sotto i 4 anni gratis), l’escursione dura circa 3 ore e sarete catapultati fra le acrobazie di questi meravigliosi animali che nuotano intorno alle barche. La Stellwagen Bank National Marine Sanctuary è la riserva naturale dove i cetacei si rifugiano d’estate per nutrirsi. Lo spettacolo è incredibile e affascina anche i più piccoli.
Vi segnalo poi l’Highlands Cape Cod, Woods Hole, Falmouth e Sandwich… Nel diario più dettagliato vi daró poi tutte le informazioni 😉

IMG_2638-0.JPG

IMG_2646.JPG

_DSC0077.JPG

Tra un ponte e l’altro…. MALTA!!

Cè chi è andato a trovare i parenti, c’è chi è andato al mare, c’è chi è andato verso una capitale del mondo e c’è chi come noi è andato verso il sud, inseguendo il sole nel cuore del Mediterraneo….dove?  …. a  MALTA!!

E’ vero sono in ritardissimo con la pubblicazione del diario… ma a breve vi posto tutto.

Intanto qualche anticipazione…

Un comodissimo volo Rayanair, 1 hotel prenotato su Booking e 5 giorni di piena libertà!

marsallok

Le idee erano veramente tante, Malta è un’isola che offre davvero un sacco di opportunità, quindi non c’era che l’imbarazzo della scelta: dai villaggi dei pescatori, alle scogliere a picco sul mare, alle città ricche di chiese sfarzose che contrastano con i caratteri un pò arabi delle vie e l’impronta english che a parer mio è abbastanza percettibile.

Perciò non c’è che sbizzarrirsi, peccato non essere riusciti a visitare il villaggio di Popeye e la fabbrica della Playmobil, ma devo dire che il treenne non se ne è lamentato troppo anche perchè Malta è piena di parchi giochi per bambini perfettamente attrezzati, con giochi divisi per fasce di età e estremamente usufruibili da tutti.

Non abbiamo noleggiato la macchina come ci avevano consigliato ma ci siamo spostati con gli autobus di linea. Molto comodi, puntuali e frequenti. Per gli spostamenti più lunghi abbiamo optato per lo stesso giorno del servizio Malta Sightseeing, almeno ci siamo fatti un’idea dell’isola e ne abbiamo approfitatto per raggiungere nello stesso giorno due mete lontane (Marsallokk e Blue Grotto)

gozo1

 

Ricordatevi che Malta è molto ventosa, quindi se andata nella mezza stagione come noi, fa caldo, si, ma il vento a volte può far sembrare la temperatura più freddo e un k-way vi può fare molto comodo!

A breve altre foto e il diario dei nostri 5 giorni!

Ebbene si….siamo tornati!

logo

Eccoci rientrati dopo la nostra super settimana alle Maldive prenotata con Maldive Alternative (www.maldivealterntive.com)

Difficilissimo rientrare alla vita normale e soprattutto tipicamente invernale del periodo, dopo aver trascorso una settimana a Keyodhoo con i nostri amici maldiviani!

Vivere una settimana su un atollo abitato solo da pescatori, andare in giro in barca con loro, pescare a traina o al tramonto a bolentino, approdare su isole deserte, fare snorkeling su una meravigliosa barriera e trovarti a nuotare con bellissime tartarughe e mangiare tanto tanto PESCE… è così che si scoprono davvero le Maldive e i Maldiviani, un popolo dal cuore grande pronto a stupirti con le piccole cose!

Aggiungo anche che dimenticare scarpe, telefono, internet, televisione e tutte le diavolerie tecnologiche alle quali siamo abituati fa realmente scoprire che si vive benissimo anche senza tutte queste cose!

Il quasi treenne si è adattato più in fretta e meglio di noi, quindi non abbiate timore di portare con voi i vostri piccoli. Jet-lag e abitudini culinarie sono assolutamente gestibili e poi c’è il mare quindi se poco poco al vostro bambino piace l’acqua, vedrete che si divertirà! Inseguire e tentare di spaventare paguri e granchi è stato il passatempo preferito del nostro!

Se questa prospettiva ti alletta, fra poche ore potrete leggere il diario della nostra settimana a Keyodhoo e godervi le foto di questo meraviglioso paradiso!!! Stay tuned…. 🙂

salto

Pronti…partenza….VIAAA

OK…ci siamo…Fra 5 ore saremo sul taxi, fra 6 saremo sul treno, fra 9 ore saremo sull’areo e fra 16 saremo sulla barca diretti a Keyodhoo!!! Non so nemmeno io quanto ho aspettato questo momento e chiaramente ora che ci siamo sono agitatissimaaaaaaa. In realtà una volta non lo ero mai, ma ora col quasi treenne ho sempre paura di dimenticarmi qualcosa, per lui chiaramente!

Comunque, costumi, maschera, boccaglio e il resto del minimo indispensabile per vivere una settimana con i pescatori maldiviani  e nessun altro, ce l’abbiamo quindi….che le vacanze abbiano inizio!
Non avremo alcuna connessione quindi foto e dettagli sono tutti per quando rientrerò in Italia. A proposito, ma ora che siamo tutti degli smartphone dipendenti…. come sarà rimanere così isolati dal resto del mondo per una settimana? Ve lo saprò dire al ritorno….

Se intanto volete qualche anticipazione su dove andiamo, leggete qui www.maldivealternative.com

Ciao ciaoooooooo

PL&S

chiuso-per-ferie