Archivi tag: weekend lungo

Ho ancora tra i capelli l’odore della Spagna

Da tanto tempo avevo in mente di tornare in Spagna e allora, grazie alle super offerte Ryanair di fine estate, mi sono ritrovata a prenotare un bel week end lungo a Barcellona.

Si, c’ero già stata, nel lontano 1990 o 91 con mamma e papà, quando si facevano quei luuunghi viaggi in macchina alla scoperta dell’Europa, ma in 25 anni le cose cambiano, i ricordi si affievoliscono, noi cambiamo, i posti cambiano e la voglia di tornarci ha vinto su tutto.

Un week end lungo, 4 giorni di full immersion in questa città di puro fermento catalano, di chiese bellissime, di architettura innovativa, di ore tarde, di sole e caldo primaverile, di strade brulicanti ad ogni ora, di tapas che fanno girare la testa, di paella e di tanta sangria da versare dai tipici boccali di coccio.

Vi racconterò come ci siamo organizzati, cosa abbiamo visto e visitato e come abbiamo suddiviso le nostre giornate per accontentare tutti, mamma, babbo e quattrenne, che si è confermato un vero piccolo grande camminatore, non facendosi scoraggiare dai tanti chilometri fatti (circa 20 al giorno secondo l’App del mio smartphone).

4 giorni (comprensivi del viaggio) non sono molti quindi inevitabilmente si devono fare delle scelte e, seppure incerti nel rinunciare a qualcosa siamo stati poi ampiamente ripagati da ciò che invece abbiamo deciso di visitare.

Avendo poco tempo, è indispensabile scegliere un b&b a portata di “centro” e così è stato. Anzi, voglio subito parlarvi della bellissima location trovata tramite booking.com a due passi da Piazza Catalunyia, nel quartiere Eixample di Barcellona.
Violeta Bouquet è un b&b che si trova all’interno di un antico palazzo tipicamente spagnolo. Se arrivate all’aereoporto di Girona e quindi scendete alla stazione dei Bus, lo potete raggiungere a piedi in 10 minuti.
Il B&B si articola su più piani, al primo piano la Reception, alcune camere e le aree comuni: una deliziosa corte esterna con divanetti e tavolini, un salotto e il corner per la colazione non inclusa ma gentilmente offerta, a base di latte, caffè, the e muffin. Tutto l’arredamento, lo stile delle pareti, e i colori, studiati nei dettagli, con un giusto contrasto tra mobili antichi o resi tale e accessori moderni.
IMG_6384_450

I ragazzi alla reception sono stati sempre molto gentili e disponibili a darci consigli su come muoverci a Barcellona e l’atmosfera che si respira ha proprio il profumo della Spagna.

La nostra camera era al primo piano, spaziosissima, pulita, molto luminosa, silenziosa pur affacciandosi sulla strada e arredata nello stesso stile del b&b. Le camere sono davvero curate nei dettagli: dal phon (vero!) al materasso in lattice senza tralasciare gli accessori da bagno messi a disposizione degli ospiti.
Una volta fatto il check-in, ci sono state consegnate le chiavi di accesso esterne e interne così da renderci indipendenti (la reception rimane comunque aperta fino alle 23).
Insomma, noi ci siamo sentiti a casa!

Dal b&b in 5/10 minuti si raggiunge in piazza Catalunya fulcro della città, per trasporti, negozi (da qui inizia infatti la Rambla), ristoranti e tanto altro.

Per mangiare c’è l’imbarazzo delle scelta, il cibo spagnolo è davvero una garanzia, nessuna difficoltà nemmeno per i viaggiatori più piccoli. Noi abbiamo cercato di evitare i posti più turistici, ci siamo allontanati da Piazza Catalunya come ci avevano consigliati i ragazzi di Violeta Bouquet e ci siamo addentrati nei mercati (soprattutto per merende e spuntini), fra le strade del Barrio Gotico o della Barcelloneta, consultando le nostre guide o App e non siamo rimasti delusi. Ho recensito tutti i ristoranti dove abbiamo pranzato e cenato su Tripadvisor se può esservi utile, ma a seconda di cosa volete assaggiare mi sento di consigliarveli così: per la pella “Guell Tapas”, assaggiate anche quella nera, per le Tapas andate al “Taller de Tapas” (su Passeig de Gràcia), per bere un’ottima Sangria scegliete “La Alcoba Azul” e per il jamon serrano migliore andate “da Alfonso” e ordinate un menù degustazione.

A questo punto, siete pronti a scoprire i nostri itinerari? Rimanete sintonizzati sul blog e nei prossimi giorni vi parlerò delle nostre giornate:

Annunci

Ponte dell’Immacolata a #FERRARA: come ci siamo preparati

Eccolo qui il ponte, o meglio il week end lungo, dell’Immacolata e allora ecco come ci siamo preparati per la nostra mini vacanza in atmosfera natalizia in quel di Ferrara.

Partiamo dal media Kit.
Oltre alla mia inseparabile D90, le App sullo smartphone ormai sono indispensabili: ti aiutano ad essere informata sui luoghi che si visitano, sugli eventi e attenta ai particolari. Perciò oltre alle immancabili App sul tempo, TripAdvisor e Google Maps, questa volta ho anche scaricato:

iTRIP Ferrara: App per iPhone sulla città con cenni storici, gallerie fotografiche e descrizioni dei luoghi divisi per categorie (piazze, vie principali, chiese, palazzi, monumenti, musei e parchi). Le recensioni sono buone e allora perchè non scaricarla e leggere qualcosa nei ritagli di tempi pre-partenza?
L’App è disponibile solo per Ferrara e Venezia, speriamo che piano piano si possa estendere ad altre città!
(Purtroppo la mia preferita (TripAdvisor miniguide) non ha molte città italiane..)

KeepGoogle: E’ la prima volta che la uso, su consiglio di un’amica. Facile, Intuitiva, veloce da consultare. Usata come memo per la lista delle cose da portare e non dimenticare.

Proseguendo sulla vecchia e immancabile carta, avevo comprato dalla imperdibile On The Road libreria, la guida Touring sull’Emilia Romagna. Su consiglio di Martina infatti avevo preso questa perché oltre ad essersi decisamente svecchiata (non so voi ma io avevo dei ricordi da piccola di questa guide verdi, noiose e senza figure) contiene informazioni e percorsi nella regione anche per zone come Comacchio dove vorremmo andare.

Infine ultima fonte consultata ma forse la più importante, l’ormai noto http://www.cibodistrada.it … Lo conoscete? Beh se non lo avete mai visto vi consiglio di consultarlo e cercare il locale di street food più vicino a voi e magari quello piú votato! Sul portale sono segnalati e al voto degli utenti, tutti locali che usano ingredienti di qualitá, bio o km0. scoverete, come ho fatto io per Ferrara dei posticini allettanti dove degustare qualche specialitá. Vi sapró dire presto sulle mie scoperte culinarie!

Ci sentiamo da Ferrara!! 😄